Con- sapere: il potere personale

settembre 28, 2017

Il primo passo per andare da qualche parte, è decidere di non volere rimanere nello stesso posto.

John Pierpont Morgan

Consapevolezza: derivato di consapere, composto di con e sapere. Potremmo definire la consapevolezza come l’essere coscienti nel momento presente. O più semplicemente  la capacità di essere presente in quello che stiamo facendo, mentre lo stiamo facendo (Branden). E’ possibile avere un controllo sulla nostra consapevolezza? E’ possibile raggiungere il giusto stato mentale in modo “consapevole”? La risposta è si. Soltanto quando la tua consapevolezza è totalmente focalizzata sul momento, puoi ricevere qualsiasi lezione o piacere che la situazione ha da offrirti. La consapevolezza è la condizione necessaria per qualsiasi cambiamento: come puoi pensare di cambiare una situazione, se non sei in grado di percepire correttamente quale sia lo stato attuale ?La base di ogni cambiamento è la conoscenza di sè, che ci permette di decodificare il nostro pensiero, le nostre emozioni e le nostre azioni. Solo l’essere umano può essere consapevole di sé. L’auto consapevolezza si sviluppa gradualmente nel tempo e può essere costantemente alimentata e nutrita al fine di perfezionarsi sempre più e diventare in tal modo capaci di cogliere anche le più piccole sfumature della realtà interna ed esterna. La persona auto cosapevole è  soddisfatta, attiva, propositiva, creativa, utile, generosa verso il prossimo, capace di una migliore riuscita scolastica e professionale, e di relazioni affettive più serene. E’ in pace con se stessa e col prossimo, perché capace di accettare sia le sue doti, sia i suoi limiti e riesce a fare altrettanto con gli altri. Soprattutto si assume le sue responsabilità, non addossa la colpa degli eventi al prossimo,  sente che il successo deriva dal suo impegno, mentre gli insuccessi, se e quando si verificano, sono transitori e non così deleteri. La consapevolezza non è una meta, un punto fermo, ma un viaggio ininterrotto in se stessi, un processo interminabile.

Una persona con un’alta consapevolezza ha l’abilità di:

  • Prendere decisioni ponderate, intelligenti e deliberate
  • Mantenere uno stato emotivo positivo a prescindere delle circostanze
  • Scegliere e sviluppare convinzioni potenzianti ed eliminare quelle depotenzianti
  • Imparare come funziona il  cervello, il meccanismo dei processi mentali, ciò che fa scatenare le emozioni e i  comportamenti.

Le persone con una elevata consapevolezza hanno la padronanza della propria mente: il loro modo di pensare è lucido e decidono deliberatamente su cosa indirizzare i propri pensieri. Hanno il controllo sulle proprie emozioni, sapendo come riconoscerle e come incanalarle e cambiarle. Quando parli con loro è tipico sperimentare un senso di chiarezza ed essere stimolato dalle loro conversazioni. Queste persone vivono in modo proattivo, sono emozionalmente resilienti, vogliono modificare le circostanze, anzichè esserne vittime. Dimostrano coraggio e compassione e sanno che questo modo di essere è quello per cui siamo nati. Se riflettiamo un momento, appare evidente come tutto ciò che ci circonda ci influenza: mass media, mode, leader d’opinione, pregiudizi, esempi di successo, imposizione di valori, gerarchie sociali, ecc… E appare evidente pure come la paura del giudizio intervenga come variabile da prendere in considerazione al fine di pervenire alle nostre decisioni. In breve ecco una check list che può esserci utile nel percorso di sviluppo della consapevolezza:

1. Sorridi più spesso anche senza una ragione
2. Lascia che le cose accadano, sapendo che la maggior parte dei problemi si risolveranno da soli
3. Vivi secondo buon senso piuttosto che secondo consenso
4. Impara  a godere del presente e nel presente
5. Perdi interesse per le preoccupazioni
6. Perdi l’abitudine ad interpretare le azioni degli altri e l’interesse per qualsiasi forma di giudizio
7. Ama per il piacere di amare, indipendentemente da come gli altri rispondono
8. Aumenta la tua curiosità per tutto ciò che è nuovo
9. Cerca sapendo di trovare
10. Riconosci la perfezione con cui tutto accede

«Qualsiasi cosa tu stia facendo, continuamente, dentro di te, sii consapevole di te stesso, del tuo agire. Stai camminando, sii consapevole di te stesso. Stai ascoltando o parlando, sii consapevole … Questo continuo ricordarsi di se stessi crea un’energia sottile. Questa semplice sensazione di sé, di essere, crea un centro, un centro di silenzio, di padronanza interiore». 

Osho

A presto.

Condividi:

Facebook
Google+
http://www.matildebuonanno.it/blog/con-sapere-il-potere-personale/
Twitter
LinkedIn
Instagram

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *