Lie to me

giugno 1, 2016

Sapresti riconoscere una bugia? Quanto siete bravi a riconoscere se qualcuno vi sta mentendo? 
L’ABILITÀ DI SMASCHERARE UNA MENZOGNA SI BASA SULLA CAPACITÀ DI INDIVIDUARE NON SOLO INDIZI EMOTIVI, MA ANCHE COGNITIVI E SAPERLI INTERPRETARE NELLA MANIERA CORRETTA.
Per saperne di più 
di sul linguaggio del corpo, l’analisi attenta della comunicazione non verbale permette di discriminare se il nostro interlocutore dice la verità oppure mente. Tutti noi durante la giornata mentiamo più volte, sia agli altri che a noi stessi. La menzogna ha principalmente due ruoli, può essere utilizzata per ingannare l’altro, danneggiarlo, oppure può essere utilizzata per salvaguardare la propria autostima (affermo il falso perché la verità sarebbe troppo dolorosa). Molto spesso le persone non affermano ciò che realmente credono per proiettare una immagine positiva di sé. Quando una persona mente, è molto attiva dal punto di vista cognitivo, ma anche dal punto di vista emotivo, in quanto entra in gioco la paura di essere scoperti e/o il senso di colpa. Secondo gli studiosi gli indizi cognitivi riguardano la memoria e lo sforzo mentale. Per quanto riguarda la memoria, i racconti inventati differiscono qualitativamente rispetto ai racconti veritieri: spesso hanno contenuti impossibili, sono scollegati rispetto al contesto e poco dettagliati; inoltre il soggetto ha difficoltà a muoversi agilmente nel racconto. Chi ha una preparazione avanzata nell’analisi del linguaggio del corpo, può raccogliere indizi di falso tramite una serie di segnali, statisticamente associati alla menzogna:

i segnali di tensione: sono segnali di scarico della tensione emotiva, si manifestano quando la persona sta parlando di un argomento ansiogeno, oppure quando mente.
segnali di asincronia: sono segnali in cui la gestualità segue un ritmo diverso da quello delle parole. Sono segnali di carico cognitivo molto comuni in chi mente.
i segnali di incongruenza: sono segnali del corpo incongruenti al contenuto verbale espresso dal nostro interlocutore. E’ possibile identificarle in maniera attendibile solamente con strumenti di osservazione standardizzati come il Facial Action Coding System.
forme lessicali involute: sono forme linguistiche statisticamente associate alla menzogna.

Come riconoscere una bugia? L’importanza del linguaggio non verbale.
Spesso ci capita di venire assaliti dal dubbio che le persone che abbiamo vicino non siano davvero sincere con noi. Un modo per smascherare ‘Pinocchio’ c’è, il segreto è un’accurata osservazione del linguaggio non verbale del corpo (espressioni, sguardi, gesti, postura, voce…). La parola può essere controllata volontariamente, la gestualità no.

I nostri corsi…

Un corso sulla bugia ti può aiutare ad imparare a leggere nella mente delle persone e gestire i conflitti. Un viaggio alla scoperta della menzogna, la sua evoluzione e il suo significato psicologico. Segreti, trucchi, strategie e contromisure per scovare le bugie, condurre alla confessione l’interlocutore. Questo corso è utile a tutti quelli che devono ottenere informazioni corrette per prendere decisioni e a chi ha deciso di non farsi più “fregare” dagli altri. Non è solo un corso che appassiona e incuriosisce ma anche un potente strumento aziendale per evitare di perdere tempo e denaro dietro alle menzogne. Un corso utile anche in ambito di crediti problematici e perfino nelle relazioni familiari e affettive. Il corso permette anche di acquisire consapevolezza della menzogna e di farsi carico della sua gestione per una migliore relazione.

A CHI SI RIVOLGE

  • A chi ha già seguito corsi di comunicazione di base e ha necessità di “affilare” i propri strumenti.
  • A tutti i venditori, gli uffici commerciali e il personale di contatto con il cliente delle imprese di produzione e i servizi.
  • Agli imprenditori di PMI e i titolari di punti vendita e centri commerciali
  • Agli addetti al marketing, ai responsabili del Brand, del prodotto, ai Sales manager, ai venditori e agli addetti alla comunicazione che sentono il bisogno di acquisire nuove competenze.
  • Agli imprenditori e operatori esterni all’area marketing (prodotto, ricerca e sviluppo, etc.) per imparare a integrare il proprio modello con un approccio moderno di marketing.

COSA IMPARERAI

Imparerai a sviluppare  metodi, strumenti pratici e le competenze base per riconoscere le bugie. Ne capirai l’origine e l’azione dell’inconscio. Questo corso ti permetterà di riconoscere i segnali della menzogna dal linguaggio verbale, paraverbale e non verbale.

Contattaci per ricevere informazioni!

Condividi:

Facebook
Google+
http://www.matildebuonanno.it/blog/lie-to-me/
Twitter
LinkedIn
Instagram

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *