paura di amare

settembre 8, 2017

Anche se tutti desideriamo l’amore, la paura di amare, è qualcosa che proviamo spesso, e che ci impedisce di essere felici. Ci sono molte cose nella vita di cui ti puoi accontentare: della destinazione delle vacanze, dell’automobile nuova, del tuo operatore telefonico, del colore di un vestito.  Ma non puoi certamente accontentarti della persona con cui scegli di trascorrere il resto della tua vita. Il  tuo compagno è il tuo complice, e anche il tuo più grande sostenitore, è il tutto. Se sei a corto di supporto morale o se pignoleria e critiche sono delle costanti nella relazione, è un segnale molto problematico che qualcosa non funziona. Quando sei innamorato, è facile ignorare qualche incompatibilità e fantasticare riguardo alla persona che lui o lei potrebbe diventare un giorno, fai molta attenzione a questo, perché sei sei più innamorato dell’idea del tuo partner, che della persona che è veramente, hai bisogno di un confronto maggiore con la realtà, e soprattutto con lui/lei. Le migliori relazioni sono costruite su un forte senso di collaborazione: dal momento che siete una coppia, dovreste conoscere e credere profondamente nei sogni individuali dell’altro, e questi obiettivi di vita dovrebbero essere più o meno compatibili. Se inizi a realizzare quanto in disaccordo sono le vostre speranze per il futuro, potresti aver bisogno di fare un passo indietro dalla relazione, o cercare di capire quali compromessi trovare per mantenere saldo il vostro amore. La giusta relazione aumenta la fiducia in noi stessi. Ci sentiamo incoraggiati a combattere per dare il meglio, perché siamo  e ci sentiamo amati e accettati. Ma quando una persona soffre della paura di amare, potrebbe mettere in atto una serie di comportamenti sabotanti, che per il partner possono risultare del tutto incomprensibili. Può succedere che l’altro non si faccia sentire, che rimandi degli appuntamenti,  che cambi numero di telefono, che ti blocchi sui social, o che giustifichi il proprio allontanamento come un bisogno di libertà. La chiave per un rapporto lungo e sano è la libertà di poter comunicare le nostre ansie al partner. Tenere tutto nascosto per timore di critiche, o arrabbiature,non fa che aumentare le domande (che, se cercate esclusivamente in noi stessi senza confronto, troveranno solo risposte sbagliate).  Non reprimere il tuo malessere, è la preziosa bussola della tua situazione interiore. Il primo passo importante da fare, è avere consapevolezza che non possiamo controllare i pensieri, i sogni e i desideri di un’altra persona. Proprio cosi: ” controllare”.Se aspetti che sia l’altro a fare tutto quello che desideri, tutto quello che nella tua testa ti renderebbe felice, allora hai un problema. Qual’è il problema? Tu! Se la persona con cui hai una relazione non ti fa stare bene le cose sono due:

  • O gli chiedi l’impossibile
  • O non vi siete parlati abbastanza, da capire cosa c’è che non va.

Breve riflessione: Pensa a una persona che dici di amare, e rifletti su cosa fai dal momento che provi amore nei suoi confronti. Quando sbaglia perdoni  i suoi errori? Sei disponibile se ha bisogno di una mano? Ti interessa capire cosa pensa, o cosa dice? Le/ gli  dedichi abbastanza tempo o attenzioni? Accetti i suoi punti di vista. Credi in questa persona e nelle sue capacità?La lista, secondo me, potrebbe essere davvero molto lunga. Hai notato cosa caratterizza questo elenco? Sono tutte azioni che compi. Sono cose che fai nei confronti di chi ami. Quando ami qualcuno, quindi, agisci con amore. E sì, l’amore è una scelta, perché significa fare, dire, pensare cose che dipendono solo da te. Niente caso o fatalità, ma solo una scelta libera. Spesso quando c’innamoriamo di un’altra persona   tendiamo a vederla perfetta, in quanto ci associamo ai suoi lati positivi e ci dissociamo da quelli negativi. Abbiamo un’immagine dell’altro/a che rispecchia le nostre aspettative. Ma quando con il passare del tempo ci appaiono aspetti dell’altro che non ci piacciono, allora ci viene da dire: “Ma prima non era così, è cambiato/a!”. In realtà la persona è sempre stata così e quei comportamenti per noi insopportabili ci sono sempre stati, solo che pensavamo che li avremmo col tempo modificati e/o che non erano così importanti. Nascono allora le delusioni, le paure, la rabbia di trovarci di fronte a qualcosa che rovina il meraviglioso mondo che ci eravamo costruiti. Ristrutturare se stessi e affrontare le proprie paure, è fondamentale, perché l’aver provato anche per poco tempo un’emozione così forte e prepotente come è l’amore può compensare il rischio di essersi messi in gioco e di aver sofferto per esso.

Questa la dedico ad una persona speciale:

“Con te sarò nuovo. Ti dico queste parole nel periodo migliore della mia vita, nel periodo in cui sto bene, in cui ho capito tante cose. Nel periodo in cui mi sono finalmente ricongiunto con la mia gioia. In questo periodo la mia vita è piena, ho tante cose intorno a me che mi piacciono, che mi affascinano. Sto molto bene da solo, e la mia vita senza di te è meravigliosa. Lo so che detto così suona male, ma non fraintendermi, intendo dire che ti chiedo di stare con me non perché senza di te io sia infelice: sarei egoista, bisognoso e interessato alla mia sola felicità, e così tu saresti la mia salvezza. Io ti chiedo di stare con me perché la mia vita in questo momento è veramente meravigliosa, ma con te lo sarebbe ancora di più. Se senza di te vivessi una vita squallida, vuota, misera non avrebbe alcun valore rinunciarci per te. Che valore avresti se tu fossi l’alternativa al nulla, al vuoto, alla tristezza? Più una persona sta bene da sola, e più acquista valore la persona con cui decide di stare. Spero tu possa capire quello che cerco di dirti. Io sto bene da solo ma quando ti ho incontrato è come se in ogni parola che dico nella mia vita ci fosse una lettera del tuo nome, perché alla fine di ogni discorso compari sempre tu. Ho imparato ad amarmi. E visto che stando insieme a te ti donerò me stesso, cercherò di rendere il mio regalo più bello possibile ogni giorno. Mi costringerai ad essere attento. Degno dell’amore che provo per te. Da questo momento mi tolgo ogni armatura, ogni protezione… non sono solo innamorato di te, io ti amo. Per questo sono sicuro. Nell’amare ci può essere anche una fase di innamoramento, ma non sempre nell’innamoramento c’è vero amore. Io ti amo. Come non ho mai amato nessuno prima…”
“Fabio Volo” da: E’ una vita che ti aspetto.
A presto.
Condividi:

Facebook
Google+
http://www.matildebuonanno.it/blog/paura-di-amare/
Twitter
LinkedIn
Instagram

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *