Quando si dice: saper vendere…

giugno 2, 2016

Un giovanotto si trasferisce in città e va a cercare lavoro in un centro commerciale.Il responsabile del personale trova che il giovane, pur privo di specifica esperienza, sia sveglio e simpatico, e lo assume in prova come venditore. 

Il primo giorno di lavoro è davvero pesante, ma il ragazzo riesce ad arrivare alla fine. Dopo la chiusura, il responsabile va dal giovane e gli chiede: 

“Quante vendite hai realizzato oggi?”

“Una”.

“Solo una?!? I nostri venditori in un giorno realizzano dalle venti alle trenta vendite! Per quanti soldi hai realizzato la vendita?”

“101.237 euro e 64 centesimi!”

“101.237 euro e 64 centesimi?!! Ma cosa hai venduto?”

“Beh, è entrato un cliente e gli ho venduto un piccolo amo da pesca, quindi gli ho venduto quello medio, poi sono riuscito a vendergli anche quello grande.  Poi gli ho chiesto dove sarebbe andato a pescare e lui mi ha detto di voler andare sulla costa. Così gli ho venduto anche una nuova canna da pesca. Gli ho detto che per andare a pescare sulla costa  avrebbe avuto bisogno di una barca. Così siamo scesi al piano imbarcazioni e gli ho fatto vedere un Chris Craft cabinato da otto metri con due motori da 100 CV. E lui l’ha comprato. A quel punto ha cominciato a pensare che forse la sua Fiat Punto non ce l’avrebbe fatta a trainare quella bellissima barca, e così l’ho accompagnato dal nostro concessionario e gli ho venduto un Pajero 4×4 a iniezione”.

Il responsabile, sbalordito:

“Vorresti dirmi che un cliente è entrato qui per comprare un amo da pesca e tu gli hai venduto anche una barca a motore e un fuoristrada?”.

“Oh, no, no! Lui era venuto per comprare una scatola di assorbenti per sua moglie. Allora gli ho detto “Beh, visto che questo fine settimana niente sesso, perché non va a pescare?”.

 

Condividi:

Facebook
Google+
http://www.matildebuonanno.it/blog/quando-si-dice-saper-vendere/
Twitter
LinkedIn
Instagram

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *