PNL NELLE PRESENTAZIONI

Per avere successo nel business bisogna essere in grado di presentare le proprie idee con grande forza. Che si tratti di un meeting con una o due persone, o di parlare davanti a un pubblico di venti o anche duecento persone, a un certo punto della vostra carriera vi troverete a dover comunicare con un gruppo. Essere al centro dell’attenzione sul palco può essere per molti un’esperienza di grande stress, e la PNL può aiutare moltissimo nel gestire il nervosismo. Uno dei modi più semplici per alterare il proprio stato consiste nel cambiare la propria fisiologia: perché mente e corpo sono parti di un medesimo sistema. Stando in piedi ben eretti, come se si fosse sicuri di sé, si comincia a sentirsi così. La contestualizzazione è un altro buon modo per gestire le ansie. Se abbiamo paura di fare un errore o pensiamo che il pubblico sia maldisposto nei nostri confronti, finiremo necessariamente per essere tesi. Trasformando questi pensieri negativi in qualcosa di positivo, come “il pubblico è dalla mia parte” o “se tralascio qualcosa posso aggiungerlo poi, o affrontare l’argomento durante la sessione di domande e risposte”, si comincia a sentirsi più calmi. La gestione dello stato si applica anche al pubblico. Se volete che chi vi ascolta provi una certa emozione, dovete provarla voi per primi. La passione che provate per un argomento trapela nella vostra voce e nel linguaggio del vostro corpo. Il pubblico lo percepirà, e il vostro entusiasmo sarà contagioso. Quando si parla in pubblico è importante essere coscienti dello stato emotivo in cui si trovano le persone. È uno dei modi per sapere se il nostro messaggio sta arrivando o meno a destinazione. Se le persone sono attente e appaiono interessate, continuate così. Se cominciano a muoversi sulle sedie o ad apparire annoiate, è segno che dovete cambiare il vostro approccio. Chi è abituato a parlare in pubblico spesso raccoglie questi segnali automaticamente, ma chi è formato nel campo della PNL ha abilità potenziate di acutezza sensoriale ed è estremamente cosciente dell’importanza di fare qualcosa di diverso se ciò che sta facendo non funziona. Ci sono molte abilità e tecniche di PNL da applicare per aumentare il successo delle vostre presentazioni. Se volete modellare l’eccellenza, potrete apprendere da un gran numero di persone famose. Bill Clinton, ad esempio, è considerato uno degli oratori più carismatici dei nostri tempi. È un maestro delle “pause potenzianti” e sa rapire il pubblico anche per tempi molto lunghi. Barack Obama è un altro grande esempio di come le tecniche oratorie e retoriche possano aggiungere potenza ai nostri messaggi chiave e renderli memorabili. Dal mondo dell’informatica potete esaminare i presidenti della Apple e della Cisco: Steve Jobs e John Chambers. Troverete molti filmati di questi e altri famosi oratori su YouTube. Ascoltandoli, osservando il loro linguaggio del corpo e prestando attenzione specifica alle parole che utilizzano, potrete raccogliere moltissime idee per migliorare il modo in cui parlate in pubblico. Pensate a una persona che conoscete, abile a parlare in pubblico, e fatele delle domande per estrarre le sue strategie di successo e scoprire le convinzioni che la rendono efficace. Imparare a parlare bene in pubblico è estremamente prezioso e liberatorio, nonché fonte di soddisfazione personale. Se vi concederete il tempo per modellare l’eccellenza e migliorare ciò che fate, raccoglierete ottimi frutti.